detrazione-immobili-molteni&c

Arriva la detrazione fiscale 2020 per l’acquisto di nuovi arredi

Il bonus mobili permette la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di arredi per la propria casa.

Se avevate intenzione di fare acquisti per la vostra casa continuate a leggere questo articolo per sapere come usufruire dell’agevolazione Irpef.

Il 15 ottobre 2019 è stata approvata la Legge di Bilancio 2020 dal Consiglio dei Ministri (ufficialmente entrata in vigore dal 27 ottobre) che prevede nuovamente le agevolazioni per l’acquisto di arredi (Bonus Mobili).

Il bonus mobili è valido a seguito di interventi edilizi all’immobile, installazione stufa a pellet, installazione impianti di climatizzazione o generatori di calore, sostituzione caldaia, iniziati a partire dal 1° gennaio 2019.
L’acquisto del bene deve essere successivo all’inizio dei lavori edilizi ed è valido fino al 31 dicembre 2020.

Chi ha usufruito del bonus mobili per interventi edilizi iniziati nel 2018, potrà usufruire del bonus anche per acquisti sostenuti nel 2019, al netto delle spese per le quali si è già fruito della detrazione. L’importo complessivo detraibile, tenendo conto anche delle spese di trasporto e montaggio, non deve essere superiore a 10.000 euro.

Il rimborso dell’Irpef verrà erogato in 10 rate annuali di pari importo.

Quando posso usufruire della detrazione fiscale?

E’ possibile usufruire del bonus mobili in caso di:

  • Manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni negli edifici residenziali. In quella ordinaria rientra la sostituzione di tegole, cancelli, portoni e pavimenti, la riparazione di grondaie, la tinteggiatura di pareti e soffitti;
  • Manutenzione straordinaria di singole unità abitative, che riguarda tutte quelle opere che modificano o sostituiscono parti dell’immobile, come la costruzione di scale, installazione di ascensori e scale di sicurezza, la realizzazione di muri e recinzioni, la sostituzione infissi esterni con modifica dei materiali;
  • Ristrutturazione, restauro e risanamento conservativo di singole unità abitative o parti comuni negli edifici residenziali;
  • Ristrutturazione o ripristino di immobili danneggiati da eventi calamitosi (solo se è stato dichiarato lo stato di emergenza: terremoti, allagamenti, frane, ecc.);
  • Restauro e ristrutturazione di interi fabbricati da parte di imprese di costruzione che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono l’immobile.
Cosa devo ricordarmi di fare prima di richiedere la detrazione Irpef?
  1. Il pagamento del mobile deve essere effettuato attraverso bonifico, oppure carta di credito o debito.
  2. È necessario presentare le fatture di acquisto del mobile o lo scontrino fiscale in cui sono riportate le quantità, la descrizione, la qualità dei beni acquistati e le ricevute di pagamento e le documentazioni di addebito sul conto corrente.
  3. Infine bisogna presentare i documenti che attestano la data di inizio lavori (DIA, CILA e SCIA) e una copia dei pagamenti ICI e IMU, se richiesto.
Se disponi dei requisiti necessari per usufruire delle agevolazioni puoi contattarci per valutare l’acquisto dei tuoi nuovi arredi e per fare la richiesta del Bonus Mobili.

 

Crediti immagini copertina Molteni&C – divano Gregor